Bernardi Bernardo, o.f.m.conv.  –  Vescovo (Bologna, 29 gen. 1687 – Acquapendente, 31 ago. 1758)

Vestì l’abito religioso dell’Ordine dei Minori Conventuali il 25 sett. 1701; tra il 1725 e il 1730 fu inquisitore nella Diocesi di Belluno; raggiunse la carica di ministro generale.

Il 28 nov. 1746 venne eletto al vescovato di Acquapendente. Ingrandì l’episcopio (la sala Bernardi gli deve il nome), e nel 1748 trasferì il seminario nel convento dei Carmelitani facendo costruire nei pressi di Campomorino una casa di villeggiatura per i seminaristi. Nel 1755 donò un grande ostensorio alla cattedrale, ne restaurò l’abside e la abbellì con pitture del cavalier Apollonio Nasini, ornandola inoltre di paramenti e facendone restaurare l’organo. Incrementò il culto mariano, ordinando che il simulacro della Madonna della Concezione, già venerata nella cattedrale di Castro, venisse trasferito in quella di Acquapendente e collocato sopra l’altare di una delle cappelle laterali; per la stessa immagine chiese al Capitolo di S. Pietro la coronazione per le grazie e insieme alla comunità la proclamò protettrice della città e della diocesi, raccogliendo 500 scudi per la sua festa.

Nel 1757 il papa gli concesse un cospicuo sussidio da destinarsi a coloro che avessero subito gravi danni alle colture; l’anno successivo accolse in località Pianiano di Cellere  una colonia albanese inviata da Benedetto XIV.

Morì il 31 ago. 1758, lasciando alla cattedrale una parte della sua eredità composta da preziosi arredi sacri d’oro e d’argento. Tra le sue opere si ricordano: Fr. Bernardus Bernardius ordinis minorum ex-generalis minister Dei, et apostolicae gratia episcopus Aquapendentis (Romae, typis Bernabo, et Lazzarini, 1746); Della perpetuità del generale. Orazione capitolare di mons. Bernardo Bernardi… (In Siena, per Francesco Rossi stampatore  1750).

BIBL. e FONTI – Archivio dell’antica Diocesi di Acquapendente, Serie “Visite pastorali”, Visite Bernardi (1752, 1763-1764, 1767-1774). D.O., nn. 4578, 4581 del 1746; Moroni, CI, p. 275; Gams, p. 660; Costantini 1903, pp. 142, 146-148, 150; HC, VI, p. 92; Biondi 1950, pp. 6, 12; Lise 1971, pp. 127-128, 190; La devozione mariana nelle chiese di Acquapendente, a cura di M. Ceccariglia e D. Dottarelli, Grotte di Castro 2005: Italo Sarro, Pianiano. Un insediamento albanese nello Stato pontificio, Viterbo 2004.

[Scheda di Simona Sperindei – Ibimus; integrazione di Luciano Osbat – Cersal]