Franceschini Francesco, O.F.M.conv. – Vescovo (Orte secc. XV-XVI).

Frate minore francescano, fu eletto vescovo di Orte e Civita Castellana il 18 maggio 1506 e resse la diocesi fino al 1525, anno in cui rinunciò. In precedenza fu baccelliere nel Convento dei Ss. Apostoli dal 1488, scriptor Ordinis, ministro provinciale della Provincia Romana dei Frati Minori, ante 1497, poi dal 1499 al 1505, procuratore cismontano, penitenziere apostolico e confessore di papa Giulio II. Come vescovo partecipò al Concilio Lateranense V.

Uno stemma certamente attribuibile a questo vescovo è inciso su una lapide nella cattedrale di Civita Castellana. Secondo un cronista ortano di poco posteriore, L. Leoncini, il F. sarebbe morto in Civita Castellana dopo il passaggio dei Lanzichenecchi, quindi dopo il 1527. Il Leoncini indica che venne sepolto nella cattedrale, ma la sua lapide dovette scomparire dopo il restauro del tardo periodo barocco.

BIBL. e FONTI – Leoncini, II, c. 325 r. — Casimiro da Roma 1744, p. 476; Moroni, xlix, p. 191; Gams, p. 686; Teoli – Coccia 1967, pp. 594, 599, 625; Mastrocola 1972, pp. 102-103; Ciarrocchi 1991, pp. 27-31.

[Scheda di Abbondio Zuppante-Ibimus]