Petriglia, Antonio – Pittore (Frosinone, ca 1845-Roma, 1905)

Figlio del romano Luigi e della ortana Danesi Gioconda nasce intorno al 1845 a Frosinone da dove si sposta a vivere a Roma; il 1 febbraio 1883, all’età di 38 anni, si sposa con Sozzi Elisabetta anch’essa di anni 38. All’atto del matrimonio si qualifica come pittore.

Risultano di sua produzione il Martirio de SS. Fidenzio e Terenzio, del 1875: olio su tela (240×150) per la chiesa della Concezione di Bassano in Teverina; Decollazione di San Giovanni del 1880: olio su tela (cm. 226×185) per la chiesa della Misericordia a Soriano nel Cimino; quattro icone raffiguranti s. Salvatore, s. Basilio, Maria madre di Dio e s. Giovanni Battista del 1883, per l’Abbazia di S. Maria di Grottaferrata. Gli è attribuito anche il Ritratto del card. Raffaele Merry del Val (Segretario di Stato di Pio X e titolare della Basilica di S. Prassede dal 1903 al 1930): [s.d.] olio su tela (98×73) nella chiesa di S. Prassede a Roma.

Muore a Roma nel 1905.

BIBL: e FONTI – Archivio del Comune di Roma, Registro dei matrimoni, 1883, n. 198; Archivio del Comune di Roma. Registro dei morti, 1905, n. 3691.  F. Ceci (a cura di), La chiesa della Madonna della Misericordia a Soriano nel Cimino e la sua confraternita. Storia, scoperte e restauri, Soriano nel Cimino, 2015, p. 48 e 74.

[Scheda di Abbondio Zuppante]