Angelo da Bagnoregio – Vescovo (Secc. XIV-XV).

Figlio di un Giovanni de Balneoregio e fratello di Giacomo, si dedicò in gioventù a studi teologici e giuridici, nei quali dovette riuscire a conseguire ot­timi risultati, come sembra dimostrare la sua suc­cessiva carriera.

Nel 1407 venne nominato da papa Gregorio XII potestà di Tuscania e nel 1420 fu insi­gnito da Martino V della carica di potestà della cit­tà di Montefiascone. Sembrò definirsi in seguito un riaccendersi dell’interesse per la sfera spirituale, come dimostrerebbe la sua presenza tra i canonici della cattedrale di Bagnoregio. È attestata in segui­to la sua assunzione al ruolo vescovile, avvenuta probabilmente sempre sotto il pontificato di Marti­no V, che dovette protrarsi non oltre il 1438 quan­do è attestata la presenza di un altro vescovo.

BIBL. – Quintarelli 1896, pp. 369-380; ABI, I, 52, pp. 80-90.

[Scheda di Fabio Pagano – Srsp]