Fabreschi Giovanni Battista, c.r.s. – Religioso (Barbarano ca. 1561 – Roma 9 genn. 1626).

Padre somasco, fu sacerdote e generale dell’Ordine. Era zio del Cardinal Cennini. Fu ricordato tra i conter­ranei illustri in una dedica alla sua terra natale di Barbarano, in persona degli amministratori comu­nali, fatta dal pronipote ex matre Florido de Silvestris in una antologia di mottetti da lui curata (Cantiones alias sacras, 1649). Morì nella parrocchia romana di S. Biagio a Montecitorio, all’epoca sede romana dell’Ordine dei Somaschi. È raffigurato in un ciclo di affreschi del Collegio dei Padri Soma­schi di San Michele Arcangelo (attuale complesso di Sant’Angelo) ad Amelia (Temi), nella grande scena conclusiva che ricorda la fondazione del Col­legio stesso: il procuratore generale padre Giovan­ni Battista Fabreschi supplica dal papa la bolla di concessione del Collegio (15 apr. 1602) insieme ad altri padri somaschi ed ai signori Boccarini e Petrignani fondatori e benefattori della casa stessa.

Bibl. – M. Tentorio, «Rivista della Congregazione dei Padri Somaschi», 1959, pp. 22-23; Franchi 2006, pp. 923­-925.

[Scheda di Orietta Sartori – Ibimus]